La corretta strategia Marketing per il tuo e-commerce

La corretta strategia Marketing per il tuo e-commerce

La corretta strategia Marketing per il tuo e-commerce

Come tutte le migliori ricette, quello che spesso fa la differenza è il giusto mix di ingredienti, e se gli ingredienti sono di qualità, ancora meglio.

La nostra ricetta si basa su una strategia che si adatta bene a molti e-commerce, in quanto per studiare un progetto web marketing su misura, sarebbe necessario valutare il singolo caso, perché l’esperienza ci insegna che ogni azienda ha le sue esigenze e ogni settore ha le sue “regole”, con punti di forza e punti deboli.

Ma se vogliamo restare sul generico, una digital strategy vincente in molti casi, potrebbe comprendere il giusto mix di tre elementi:

  • SEO, acronimo dell’inglese Search Engine Optimization, che significa ottimizzazione per i motori di ricerca ed indica quelle azioni che aiutano un e-commerce a posizionarsi tra i primi posti non a pagamento nelle ricerche su motori come Google
  • Portali
  • Google Ads, ossia annunci a pagamento, per aiutare un e-commerce non solo a posizionarsi ai primi posti delle ricerche su Google ma anche dargli visibilità all’interno di tutto l’ecosistema Google (es. You Tube)

 

  1. SEO

Molti pensano al SEO a sito già finito, mentre capire a priori come i nostri clienti potenziali cercano i nostri prodotti online, quali parole chiave (in inglese keywords) utilizzano, sarà il segreto per sfruttare al massimo il posizionamento su Google nel lungo periodo, con risultati stabili nel tempo.

Fare un’analisi di mercato e sviluppare una strategia di keyword a priori, sarà un modo per posizionarsi per ricerche generiche o specifiche per una certa nicchia di mercato, ed avere una presenza proficua sul mezzo che, per eccellenza, viene utilizzato per avere una pronta soluzione ai propri bisogni.

È importante poi continuare a pensare in ottica SEO fin dalle prime fasi di sviluppo di un e-commerce, affinché programmazione, URL, meta, intestazioni e tutto ciò che comprende il SEO OnSite, sia ben armonizzato. Insomma, un lavoro a 4 mani tra reparto sviluppo e marketing.

 

  1. Portali

Beh, qui ho semplificato in una parola strategie diverse tra loro, ma ogni tanto dobbiamo anche essere “umani” e rendere semplice la vita a chi vuole iniziare a capire se un e-commerce è la carta vincente per la sua azienda. Questa è la parte che potremmo definire delle “pubbliche relazioni” per promuovere un e-commerce e far sì che sia presente in altri siti appartenenti o affini allo stesso settore.
In questo caso una strategia vincente, specialmente se si parte da zero, è avere visibilità su:

  • portali di confronto prezzi: ben posizionati per le chiavi di ricerca più utilizzate per i prodotti della propria azienda
  • portali di recensioni: con cui rassicurare l’utente sull’affidabilità / far “certificare” la bontà dei propri prodotti e la qualità del proprio servizio (pre e post vendita)
  • portali di vendita online: dove possiamo intercettare clienti affezionati ad un certo market place, in modo da iniziare a fare le prime vendite, e intanto far conoscere anche il nostro brand

 

  1. Google Ads

Le soluzioni che oggi Google Ads mette a disposizione, si adattano sicuramente a tanti tipi di e-commerce, e tante tipologie di mercato, oltre che a obiettivi e budget diversi. È un altro modo per sfruttare la strategia di keywords in tempi brevi spingendo i propri termini di ricerca tramite annunci a pagamento, ben mixati con contenuti immagini/video sugli altri canali di Google. Bisogna essere “solo” buoni esperti dello strumento affinché se ne possa massimizzare l’efficacia.

 

E poi?

E poi, mah, valutare bene se è il caso di adottare anche una strategia social (anche a pagamento con le varie Ads) su uno o più media, in base a:

  • budget disponibile,
  • settore,
  • personale a disposizione,
  • tipologia di prodotto e
  • contenuti (immagini, video, testi, etc) disponibili.

Alessandro Fusi

Analizzo e gestisco progetti digitali per aziende. Consulenza, ottimizzazione strategia e budget per obiettivo.

Post recenti

Leave a Comment