REALTÀ AUMENTATA

La realtà si amplifica su supporti mobile

Ar – Augmented Reality

Dalla realtà aumentata fino alla realtà virtuale per migliorare l’esperienza di acquisto e di uso di prodotto, servizi e informazioni.

La realtà virtuale si configura come uno dei trend di maggiore interesse nell’ambito tecnologico degli ultimi anni.
Numerose possibilità si aprono nell’ambito mobile: sfruttando gli strumenti dei dispositivi mobile quali la geo-localizzazione tramite GPS, l’accelerometro, il giroscopio, inquadrando l’ambiente circostante tramite la telecamera è possibile visualizzare sul display del proprio dispositivo delle informazioni aggiuntive, andando ad “aumentare” quanto la realtà stessa ci sta proponendo.

In poche parole: i contenuti creati digitalmente si sovrappongono al contesto reale in cui vengono disegnati.

Cos’è la realtà aumentata?

Per Realtà Aumentata o Augmented Reality (AR) si intende la percezione visiva ottenuta grazie a strumenti quali visori o dispositivi mobile, dove la realtà viene arricchita mediante informazioni virtuali che non sarebbero percepibili altrimenti con i cinque sensi. Queste possono essere informazioni di tipo grafico, testuale o sonoro e permettono una conoscenza più approfondita del reale.

L’AR consente di ridurre la distanza tra quello che percepiamo e ciò che si può sapere con l’aiuto di dispositivi portatili quali smartphone o tablet. Basta puntare la fotocamera del proprio smartphone su ogetti, immagini o luoghi fisici per aggiungere elementi digitali a ciò che si sta osservando, come video, mappe, oggetti 3D.

Ad esempio, con uno smartphone dotato di applicazione AR potremo inquadrare il campanile di San Marco a Venezia con la fotocamera e conoscere in tempo reale dati quali, altezza, data di costruzione, orari e costi di ingresso.

realta-aumentata-venezia

CAMPI DI UTILIZZO

La tecnologia AR trova potenziali infiniti campi di applicazione, dai più generici a settori specifici:

  • marketing e commercio
  • insegnamento ed e-learning
  • architettuta, design, arredamento
  • archeologia e beni culturali
  • manutenzione e controllo industriale
  • ambito medico-chilurgico
  • ambito turistico

APP DI REALTÀ AUMENTATA

Cosa è possibile ricreare su smartphone e tablet grazie alle app di realtà aumentata:

  • Oggetti riprodotti in 3D
  • Modelli e rendering in 3D
  • Video informativi
  • Tutorial o contenuti di e-learning
  • Grafici
  • Mappe interattive
realta-aumentata-tablet

Quando utilizzare la realtà aumentata?

La realtà aumentata si presta a innumerevoli utilizzi, quali la “pubblicità aumentata”, i cataloghi di prodotto, la formazione specialistica, la distribuzione di applicazioni per la più ricca fruizione di opere d’arte, luoghi turistici, manifestazioni culturali, fino agli usi ormai “consolidati” in ambito chirurgico e medicale.

Sviluppiamo le applicazioni per la realtà aumentata sia legate all’uso di sistemi mobile sia basate su sistemi web. L’integrazione delle tecnologie disponibili (dalla georeferenziazione al posizionamento mediante bussole), all’utilizzo combinato di metodologie di marketing e comunicazione (quali gamification e rilevazione di prossimità) ci consentono di dare risposte consistenti alle esigenze di illustrazione potenziata di temi e oggetti.

REALTÀ VIRTUALE

Per Realtà Virtuale o Virtual Reality (VR) si intende un’esperienza nella quale si è circondati da una rappresentazione tridimensionale generata da un computer, e nella quale è possibile muoversi, vederla da diverse angolazioni, maneggiarla e riadattarla.

Il mondo della VR è formato da oggetti non tangibili, generati con modelli e simulazioni. Elementi  indispensabili per l’immersione in questo ambiente sono dispositivi quali visori HMD o monitor e un guanto dotato di sensori (data glove).

Per una fruizione più completa e per permettere all’utente di muoversi liberamente nello spazio sono stati progettati ambienti appositi totalmente immersivi: è il caso dei “cave” ovvero stanze di ridotte dimensioni (generalmente 3mx3mx3m) con retroproiezioni su tre pareti e proiezione dal basso per il pavimento. Con gli occhiali stereoscopici è quindi possibile muoversi nello spazio che aggiorna la prospettiva tramite sensori elettromagnetici di campo.